Europipes

Navigation
Main Menu
 Home

Negozio
Categorie
DOVE SIAMO   DOVE SIAMO
<FONT color=#009900>Fascia dei Prezzi: € 10...49 </FONT>   Fascia dei Prezzi: € 10...49
<FONT color=#009900>Fascia dei Prezzi: € 50...99 </FONT>   Fascia dei Prezzi: € 50...99
<FONT color=#009900>Fascia dei Prezzi: € 100...199 </FONT>   Fascia dei Prezzi: € 100...199
<FONT color=#009900>Fascia dei Prezzi: € 200.. </FONT>   Fascia dei Prezzi: € 200..
<FONT color=#3399f>ANATRA DALLE UOVA D'ORO</FONT>   ANATRA DALLE UOVA D'ORO
<FONT color=#3399f>ASCORTI</FONT>   ASCORTI
<FONT color=#3399f>BREBBIA</FONT>   BREBBIA
<FONT color=#3399f>CAMINETTO</FONT>   CAMINETTO
<FONT color=3399f>IL CEPPO</FONT>   IL CEPPO
<FONT color=#3399f>MASTRO DE PAJA</FONT>   MASTRO DE PAJA
<FONT color=#3399f>PARKER</FONT>   PARKER
<FONT color=#3399f>PETERSON</FONT>   PETERSON
<FONT color=#3399f>RADICE</FONT><FONT color=#ff0000></FONT>   RADICE
<FONT color=#3399f>SAVINELLI PIPE</FONT><FONT color=#ff0000></FONT>   SAVINELLI PIPE
<FONT color=#3399f>USATO SELEZIONATO</FONT>   USATO SELEZIONATO
<FONT color=#ff0000> I SIGARI TOSCANI</FONT>   I SIGARI TOSCANI
<FONT color=#ff0000>I PUROS - LE VITOLAS</FONT>   I PUROS - LE VITOLAS
<FONT color=#ff0000>I PUROS - LOGHI E ANILLAS</FONT>   I PUROS - LOGHI E ANILLAS
<FONT color=#ff0000> DAVIDOFF </FONT>   DAVIDOFF
<FONT color=#0000f>ACCENDINI: ZIPPO</FONT>   ACCENDINI: ZIPPO
<FONT color=#0000f>ACCENDINI: S T DUPONT</FONT>   ACCENDINI: S T DUPONT
<FONT color=#3399f>L\'ABC DELLA PIPA (SENZA PRETESE) - PARTE 1 - I FORNELLI</FONT>   L\'ABC DELLA PIPA (SENZA PRETESE) - PARTE 1 - I FORNELLI
<FONT color=#3399f>L\'ABC DELLA PIPA (SENZA PRETESE) - PARTE 2 - IL FINISSAGGIO</FONT>   L\'ABC DELLA PIPA (SENZA PRETESE) - PARTE 2 - IL FINISSAGGIO

Prodotti Cerca


Login Form
Username

Password

Ricordami
Dimenticata la password??
Non hai un account? Creane uno


Members
Utenti collegati
Noi abbiamo 22 ospiti online


Your location: Home

Vedi

DAVIDOFF

 
Zino(vij) Davidov nacque l’11 marzo del 1906 a Kiev da genitori ebrei, che gestivano una tabaccheria. A causa della situazione politica sempre più instabile, nel 1911 l’intera famiglia si trasferì a Ginevra, dove il padre Gilel (Herni) ne aprì una nuova. Fu questo il periodo in cui il piccolo Zino iniziò a conoscere davvero il fascino e il profumo del tabacco, mentre il padre serviva al banco gli affezionati clienti, tra i quali un certo Lenin, Terminate le scuole, nel 1924 il giovane Davidoff (la cui famiglia nel frattempo aveva preferito dare un suono più francese al proprio nome) iniziò un lungo viaggio attraverso l’America, che l’avrebbe infine portato a Cuba. Qui vi rimase per due anni, durante i quali ebbe modo di lavorare in una “finca”, imparando tutto sulla produzione dei sigari: dalla semina al confezionamento nelle scatole grazie anche ai buoni consigli dei torcedores, forse incuriositi e affascinati dall’entusiasmo di quel giovane europeo. Quando nel 1930 fece ritorno in Svizzera, Zino non aveva alcun dubbio sul fatto che il commercio del tabacco sarebbe stata la sua occupazione per il resto della sua vita e per questo motivo subentrò ai genitori nella gestione della tabaccheria di famiglia. Un bell’aiuto in tal senso lo ricevette dalle cantine umide del negozio di Ginevra, dove il novello tabaccaio poté conservare nel migliore dei modi i preziosi “Puros”. Fu proprio in questo periodo che Zino intuì la necessità di creare gli Humidors, ossia scatole umidificate, adatte a mantenere umido il sigaro e quindi a conservarlo nel migliore nei modi per periodi abbastanza lunghi. Trovandosi a Ginevra, in un paese neutrale, durante la seconda guerra mondiale e negli anni la tabaccheria Davidoff conobbe un grande successo commerciale, in quanto era l’unica in grado di soddisfare le esigenza di molti fumatori di sigari, che non sapevano a chi altri rivolgersi. La svolta decisiva arrivò qualche anno dopo la rivoluzione cubana, quando Fidel Castro dovette constatare che dopo la nazionalizzazione delle fabbriche di sigari la qualità dei “Puros” stava scemando e a nulla era servita la commercializzazione (a livello locale) dei mitici Cohiba. Venne quindi chiesto a Zino Davidoff di prendere in mano la gestione dell’intera produzione dei sigari cubani, allo scopo di migliorarne la qualità e di ridare lustro ai vecchi marchi. In cambio il tabaccaio ginevrino avrebbe avuto diritto di prelazione su una parte delle migliori foglie, destinate alla produzione di sigari a foglia lunga. Zino Davidoff sarebbe stato l’unico imprenditore al mondo a potersi vantarsi di produrre con il proprio nome sigari cubani di eccezionale qualità. E’ proprio in questo periodo (fine anni ’60) che la Casa adottò lo storico logo, che l’avrebbe resa celebre e riconoscibile ovunque, al pari di grandi marchi come S.T. Dupont, Coca Cola, Ford e così via. Nel 1970 Davidoff vendette il suo negozio di Ginevra alla Max Oettinger Company, ossia al più importante distributore di sigari in Europa, pur mantenendo il ruolo di ambasciatore dei suoi sigari nel mondo. Dentro di sé Davidoff rimase sempre un tabaccaio e nessun collega poté mai competere con il prestigio che il suo negozio riuscì a conquistare con il passare degli anni. Nemmeno quando, stanco e deluso dalla qualità sempre più scadente dei tabacchi provenienti da Cuba, non esitò nell’agosto 1989 ad accatastarne un intero carico appena arrivato in un angolo sicuro dell’aeroporto e a dargli fuoco. La collaborazione con Cubatabaco continuò in modo discontinuo fino al 1991 ma già nel 1990 venne resa pubblica la decisione di ritirare dal mercato i sigari Davidoff fatti a Cuba. Terminata definitivamente l’esperienza cubana, l’ormai sessantenne ex-tabaccaio di Ginevra spostò la produzione dei suoi sigari nella Repubblica Dominicana, dove molti dei produttori cubani di sigari si erano rifugiati dopo la rivoluzione castrista e dove seppero creare una tradizione di alto livello nella produzione di “Premium”. L’esperienza decennale di Davidoff , le capacità manageriali del socio e vecchio amico Ernst Schneider nonché il capitale messo a disposizione dalla Oettinger, diedero vita alla “Nuova generazione di sigari Davidoff”, che in breve tempo seppero far dimenticare la vecchia produzione cubana. Zino Davidoff morì il 14 gennaio 1994 all’età di 87 anni, dopo aver creato un mito, che nessuno sarebbe mai riuscito ad eguagliare o a scalfire.



Nessun risultato per la tua ricerca.


Europipes.net © 2004 -2005 All rights reserved. Mambo Open Source is Free Software released under the GNU/GPL License.